Anagrafica Carrelli ( macchine, furgoni e altre)

Ogni carrello gestito nel programma, sia esso di proprietà dell'azienda o del cliente o di altri fornitori dovrà essere inserito a sistema attraverso la creazione della sua anagrafica. Ogni carrello verrà  creato con codice automatico progressivo per garantire la possibilità di gestire un carrello senza conoscere subito la sua matricola produttore , la possibilità di gestire due carrelli di fornitori diversi con stessa matricola. All'interno del sistema i vari carrelli saranno poi individuabili comunque anche attraverso  la matricola del produttore e non solo tramite il codice assegnato in automatico.

Le istruzioni a seguire sono riferite in particolare all'anagrafica di un carrello, ma saranno ugualmente valide nel caso in cui si gestiscano macchine generiche o altre anagrafiche particolari e specifiche già disponibili nel sistema quali furgoni o spazzatrici, le differenze saranno soprattutto circoscritte alla parte della scheda configurazione dove viene dettagliato l'aspetto tecnico della matricola. (per l'attivazione delle eventuali altre macchine chiedere a CSDEmilia srl)

 

Per visualizzare l'anagrafica dei Carrelli Elevatori, dalla pagina principale, sul menù in alto cliccare sul tasto Carrelli elevatori, evidenziato in rosso in immagine. Si aprirà la seguente schermata, dove si potranno inserire nuovi carrelli o modificare quelli già esistenti (anche in questa maschera i campi in cui compare un triangolo rosso in alto a sinistra sono i campi modificati dall'operatore ma non ancora salvati). 

Accanto al campo codice si trovano i tasti sia per la ricerca nella lista di Carrelli già esistenti  sia per l'apertura della lista dei carrelli visualizzati di recente , oppure digitare il codice carrello desiderato e premere invio o tab per visualizzare la scheda relativa.

Inserimento/modifica carrelli

 Per inserire un nuovo carrello, tabulare la maschera premendo invio o tab per rendere modificabili i campi della maschera. I campi a sfondo giallo sono obbligatori:


  • Descrizione: può essere compilata manualmente, generalmente con marca e modello del carrello, oppure sfruttare l'automatismo tramite il tasto  per garantire l'uniformità delle descrizioni dei carrelli, in quanto creerà la descrizione componendola con tipo + marca + modello costruiti in base al modello inserito nell'apposito campo. Quindi, perché l'automatismo funzioni, è necessario inserire il modello nella scheda Generale (indicato dalla freccia rossa nell'immagine sottostante)

    premendo  e confermando la richiesta 

    la descrizione verrà compilata autonomamente con la marca ed il modello inseriti (nell'esempio: Tipo, Controbilanciato IC GPL, Modello, 00-SF630 e Marca, Toyota)

  • Matricola/telaio 
  • Tipologia: rappresenta una tipologia trasversale rispetto a quella del modello, possono essere inserite e gestite a piacimento tramite apposita  tabella (menu anagrafica-Tabelle-Tipologia carrelli), in maniera analoga ai modelli e alle altre tabelle (consultare il manuale CSD Gestione Modelli). Esempio di utilizzo di questa tipologia è la distinzione tra uomo a terra e a bordo.
  • Tipo contratto: preleva il dato automaticamente dal campo "Tipo contratto" della scheda Enti, nella sezione "Contratto"
  • Unità di misura: generalmente codice riferito al numero
  • Ultima posizione: identifica dove sia attualmente il carrello. Viene recuperato e compilato automaticamente in base ai movimenti di magazzino/DDT effettuati sul carrello. 
    • Simbolo : Ricalcola saldi di magazzino e aggiorna ultima posizione
  • Iva vendite/Iva acquisti: i dati vengono recuperati in base alla struttura contabile impostata in king per l'azienda. Sono comunque modificabili una volta preimpostati, solitamente 22%
  • Settore: settore di utilizzo della macchina, dato puramente statistico
  • Flag "stampato QRCode": indica se è stata o meno già stampata l'etichetta riportante il QRCode della macchina

 

 

 

Per aggiungere un immagine, posizionarsi sul riquadro immagine, e incollare una immagine prelevata da una qualunque fonte esterna (siti, documenti ecc.), non verranno importati file immagine ma incollate le immagini).

 

 

Per inserire ulteriori immagini del carrello, cliccare sul tasto Altre immagini del menù, si aprirà una galleria in cui sarà possibile inserire, seguendo un procedimento identico, immagini alternative del carrello rispetto a quella principale inserita. 

 

  1. E' possibile impostare come immagine del carrello quello impostata nella scheda del modello scelto (vedi manuale Tabelle Modelli) cliccando sul tasto Imposta immagine da modello 
  2. Replicare la stessa immagine del carrello corrente per tutte le altre matricole impostate con lo stesso modello, quindi stessa marca,  e contemporaneamente anche sulla scheda del modello, se non hanno già un'immagine associata.
  3. Sovrascrivere le immagini per altre matricole , ovvero sostituisce con l'immagine corrente su tutte le matricole di pari modello e marca, anche hanno già un'immagine associata.

In tutti i casi verrà chiesta conferma prima di concludere l'operazione. E' possibile poi compilare il campo Matricola/telaio che sarà l'effettiva matricola o numero di telaio del carrello.

 

Per modificare un carrello esistente, inserire nel campo codice il codice corrispondente al carrello che si desidera modificare, o selezionarlo dalla lista. Tutti gli altri campi sono facoltativi, ma offrono ulteriori specifiche utili sul carrello.

 

Scheda Enti 

  • Proprietario/utilizzatore/ubicazione, vengono aggiornati all'emissione del DDT in maniera coerente al tipo di DDT emesso se successivo all'aggiornamento registrato sulla scheda del carrello.
  • Operatore, fa parte di una personalizzazione che, se attivata, permette di assegnare un operatore predefinito al carrello all'apertura di una chiamata.  
  • Note relative alla macchina,

Se la macchina è sotto contratto per un cliente, è possibile dettagliare ulteriori specifiche che devono però essere compilate manualmente poiché non vi è nessun automatismo legato alla gestione dei contratti:

  • Tipo contratto: questo dato viene visualizzato anche in testata nel campo "Tipo contratto", in base alla tipologia con cui è stato classificato il carrello 

 

  • Numero contratto
  • A contratto con: indica il cliente del contratto richiamato 
  • Flag "a noleggio"
  • D.i.n (data inizio noleggio); mesi/D.r.p (data rietro prevista): riguardano i contratti di noleggio. Ad esempio, se 01/08/2019 e 31/07/2020 sono rispettivamente Data inizio noleggio e Data rientro prevista, in automatico compare "12" nella casella Mesi.
  • Periodicità, indica ogni quanto viene effettuata la manutenzione (giorni, mesi o anni) 

I campi relativi al contratto (tipo, numero, ecc.) sono a compilazione manuale e dunque non vengono compilati nell'anagrafica automaticamente in base ai contratti in essere per il carrello stesso, in quanto i contratti attivi per una macchina possono essere molteplici contemporaneamente. 

La finalità del collegamento al contratto è quella di impostare un contratto di riferimento, quello che si ritiene più rilevante tra tutti quelli potenzialmente attivi, per fini statistici 

 
Per ogni codice documento DDT è possibile decidere se aggiornare o meno i dati sul contratto: per i documenti abilitati a tale aggiornamento, i campi "Numero contratto" e "Codice cliente contratto" possono essere aggiornati su salvataggio di un DDT di consegna o rientro, con i dati del contratto. Perché funzioni, la data della bolla deve essere successiva alla data dell'aggiornamento del dato in anagrafica. Inoltre, tale aggiornamento funzionerà soltanto se in presenza di un unico contratto contemporaneamente attivo a parità di macchina/cliente/diversa destinazione nell'intervallo di validità del contratto stesso. 
 

Scheda carrello

Contiene informazioni di natura prettamente contabile

  • Categoria merceologica
  • Conto di ricavo/Conto acquisti: i dati vengono recuperati in base alla struttura contabile impostata in king per l'azienda. Sono comunque modificabili una volta preimpostati 
  • Prezzo di vendita/Prezzo di vendita (con IVA)

Altri dati 

Note

Scheda Configurazione

Dalla scheda configurazione (evidenziata in rosso) selezionare la scheda Configurazione (evidenziata in blu) per visualizzare tutti i dati relativi alla configurazione del carrello 

  • Riquadro Batteria: contiene tutti i dati relativi alla batteria, tutti i campi sono ad inserimento libero tranne il campo Modello codificato sia per la batteria che per il cassone: cliccare sul tasto  per aprire la lista dei modelli inseriti (per l'inserimento di un nuovo modello fare riferimento al manuale CSD Gestione Modelli) e dunque selezionare il modello interessato, il pannello grigio ne riporterà la descrizione

  • Riquadro Caricabatterie/raddrizzatore, contiene i dati relativi al caricabatterie/raddrizzatore, se presente, tutti i campi sono ad inserimento libero tranne il campo Modello che è codificato, cliccare sul tasto  per aprire la lista dei modelli inseriti (per l'inserimento di un nuovo modello fare riferimento al manuale CSD Gestione Modelli) e dunque selezionare il modello interessato, il pannello grigio accanto ne riporterà la descrizione

  • Riquadro Gommatura, contiene i dati relativi alla gommatura, tutti i campi sono ad inserimento libero tranne il campo Gommatura, che è codificato. Cliccare sul tasto  per aprire la lista delle gommature inserite (per l'inserimento di una nuova gommatura utilizzare la tabella Gommature vedi sotto) e dunque selezionare la gommatura interessata, il pannello grigio accanto ne riporterà la descrizione.

  • Riquadro Montante: contiene le informazioni relative al montante del carrello (ingombro, altezza, montante), i campi sono ad inserimento libero tranne il campo Montante, che va scelto tra le voci presenti all'interno del relativo menù a tendina. 

  • Riquadro forche contiene tutti i dati relativi alle forche del carrello, tutti i campi sono ad inserimento libero tranne il campo Forche che è codificato, cliccare sul tasto  per aprire la lista delle forche inserite (per l'inserimento di una nuova forca utilizzare la tabella forche vedi sotto) e dunque selezionare la forca interessata, il pannello grigio accanto ne riporterà la descrizione. 

 

  • Riquadro dispositivo 1 e 2 contiene i dati relativi ai dispositivi aggiuntivi (dispositivi, attrezzature ecc rilevanti) tutti i campi sono ad inserimento libero tranne il campo Modello che è codificato, cliccare sul tasto  per aprire la lista dei modelli inseriti (per l'inserimento di un nuovo modello fare riferimento al manuale CSD Gestione Modelli) e dunque selezionare il modelli interessato, il pannello grigio accanto ne riporterà la descrizione. 

  • Riquadro ore sostituzione filtri e olio contiene i dati relativi al valore del Contatore del carrello al momento dell'ultimo cambio di olio e filtro.

  • I campi Contaore e Data rilevazione ore vengono aggiornati automaticamente a seguito di una chiamata se le ore sono maggiori e la data di rilevazione successiva a quella in scheda

Scheda generale 

Dalla scheda Configurazione (Evidenziato in rosso) selezionare la scheda Generale (evidenziata in blu) 

 

 

  • Modello: inserire il modello desiderato tra quelli gestiti (vedi Gestione modelli)
  • Marca: derivata dal modello
  • Tipo: derivata dal modello
  • Classe: derivata dal modello
  • Settore: derivata dal modello
  • Flag "Usato": marcare in caso di macchina usata
  • Flag "Non a listino": marcare in caso si voglia escludere la macchina da eventuali stampe di macchine a listino
  • Segnalazioni su matricola (vedi gestione segnalazioni)

Scheda Note tecniche 

Dalla scheda Configurazione (evidenziato in rosso) selezionare la scheda Note tecniche (evidenziato in blu)

 

Qui è possibile inserire note tecniche di testo libero in riferimento alla macchina

Scheda Listini fornitori 

Dalla scheda Configurazione (evidenziato in rosso) selezionare la scheda Listini fornitori (evidenziato in blu)

E' possibile inserire uno o più listini, premendo sul tasto . Per ogni listino, verranno visualizzati:

  • Fornitore/Denominazione 
  • Codice fornitore/Descrizione 
  • Unità di misura 
  • Prezzo

Scheda Codici correlati 

Dalla scheda Configurazione (evidenziato in rosso) selezionare la scheda Codici correlati (evidenziato in blu)

  • Matricola proprietario: da utilizzarsi anche per indicare eventuale classificazione/etichettatura dei carrelli fatta dal cliente utilizzatore/dall'azienda in un altro e precedente sistema
  • Matricola utilizzatore: da utilizzarsi anche per indicare eventuale classificazione/etichettatura dei carrelli fatta dal cliente utilizzatore/dall'azienda in un altro e precedente sistema
  • Riferimento cliente c/o fornitore
  • Targa/Libretto/Motore/PIN
  • Centro di costo/Commessa/Cespite/Articolo
  • Missione

Scheda Acquisto 

Dalla scheda Configurazione (evidenziato in rosso) selezionare la scheda Acquisto (evidenziato in blu)

  • Fornitore
  • N. Ordine fornitore/Data ordine 
  • N. DDT fornitore/Data DDT
  • N. Fattura fornitore/Data fattura
  • Scadenza garanzia
  • Tipo: 
  • Prezzo d'acquisto
  • Valore attuale

Questi dati possono essere aggiornati automaticamente una o più volte al giorno in base alla registrazione dei relativi documenti (chiedere a CSDEmilia)

Scheda Vendite

Dalla scheda Configurazione (evidenziato in rosso) selezionare la scheda Vendite (evidenziato in blu)

  • Cliente
  • N. Ordine cliente/Data ordine
  • N. DDT cliente/Data DDT
  • N. fattura cliente/Data fattura

Questi dati possono essere aggiornati automaticamente una o più volte al giorno in base alla registrazione dei relativi documenti (chiedere a CSDEmilia), in particolare i dati relativi ai DDt vengono aggiornati in tempo reale al salvataggio del DDt stesso nella procedura.

  • Scadenza garanzia 
  • Tipo 
  • Ultimo prezzo di vendita 
  • Officina 
  • Aggiornato il/Delivery 
  • Tipo 1/Da/A
  • Tipo 2/Da/A

Documenti/Garanzia

Dalla scheda Configurazione (evidenziata in rosso) selezionare la scheda Documenti (evidenziata in blu) o la scheda Garanzia (evidenziata in verde)

Sulla scheda documenti sarà possibile trovare l'elenco dei documenti previsti, questo elenco va preparato da CSD, secondo le specifiche aziendali. Una volta inseriti, starà all'operatore desiderare se per una macchina specifica il documento è previsto, dunque gestito, flaggando l'apposito campo nella colonna Gestito, oppure no. 

è quindi possibile selezionare se il documento sia gestito in entrata, dunque quando il carrello rientra da un noleggio, viene acquistato o comunque ricevuto, flaggando l'apposito campo nella colonna In (ingresso). Se si intende invece gestire i documenti quando la macchina è in uscita, dunque in caso di vendita, noleggio, ecc. bisognerà flaggare il campo della colonna Out (uscita). 

Nell'immagine viene riportata la configurazione dei documenti di una macchina in cui si è impostato che degli 11 documenti possibili, vengono gestiti Dich. di conformità, CE, manuale d'uso e allegato tecnico (voci spuntate prima colonna), si è deciso che questi documenti sono stati ricevuti/verificati al momento dell'ingresso (voci spuntate seconda colonna). I documenti non sono stati ancora consegnati/verificati in luogo di una consegna della macchina (nessuna voce spuntata terza colonna). In particolare si sarebbe potuto anche annotare le date di ricezione e quindi in seguito di consegna dei documenti nelle colonna data ricezione e data consegna per ciascun documento previsto. 

La scheda Garanzia, ha lo stesso funzionamento della scheda Documenti, ma può essere utilizzata per gestire a parte i documenti relativi alla garanzia del carrello.

Scheda Leasing/GTR

Dalla scheda Configurazione (evidenziata in rosso) selezionare la scheda Leasing (evidenziata in blu)

  • Flag "attualmente in leasing"/Fornitore leasing
  • Scadenza Leasing
  • Contratto Leasing 
  • Flag "Macchina attualmente in GTR"/Fornitore GTR
  • Scadenza GTR
  • Contratto GTR

Scheda Dotazione

Dalla scheda Configurazione (evidenziata in rosso) selezionare la scheda Dotazioni (evidenziata in blu)

In questa scheda vengono aggiunte le dotazioni del carrello, intendendo per dotazioni tutte le possibili specifiche peculiarità della singola macchina che la differenziano dalle altre di pari modello, senza doversi necessariamente riferire a specifici codici di magazzino/codici ricambi. Le dotazioni sono particolarmente utili ai fini commerciali e in particolare per le macchine usate.

Una volta premuto il tasto "Aggiungi", ricercare la dotazione desiderata nell'elenco, che si aprirà cliccando sul tasto  dal campo "codice". 

Quelle visualizzate, sono le dotazioni inserite nella relativa tabella "Dotazioni", nella quale si accede da Anagrafiche -> Tabelle -> Dotazioni (vedi manuale Tabella dotazioni)

Scheda DDT  e Bollettini 

Nella scheda Documenti-bollettini venga visualizzato per ogni documento l'importo netto e il totale IVA compresa del documento.

Facendo click destro sulla griglia dei bollettini sarà poi possibile a richiesta visualizzare anche il costo totale e il margine in percentuale del documento corrente, dei bollettini del solo esercizio corrente o di tutti i bollettini visualizzati a seconda della scelta dell'operatore.

La visualizzazione del costo è a richiesta per ottimizzare il caricamento dei dati in modo da non procedere con elaborazioni sui costi dei documenti  se non richiesti/necessari, considerando che i documenti visualizzati non sono limitati all'esercizio corrente ma sono mostrati tutti quelli legati alla macchina. Le scelte possibili sono:

  • Mostrare il costo dei bollettini del solo esercizio corrente
  • Mostrare il costo del solo bollettino corrente

Scheda Magazzino 

Nella Scheda Magazzino vengono visualizzati tutti i movimenti di magazzino che hanno coinvolto la macchina: 

  • Carico/Scarico e relativo simbolo
    •  S - Scarico: Uscita della macchina dal magazzino per effetto di noleggi, vendita ecc. 
    •  C - Carico: Rientro della macchina a magazzino per effetto di rientro da noleggio, acquisto ecc. 
  • Data della movimentazione 
  • Causale/Descrizione: motivo del carico/scarico da magazzino e dipende dalla causale di DDT utilizzata 
  • Da/Descrizione 
  • Simbolo 
  • Quantità 
  • Importo unitario 
  • Valore 
  • Simbolo 
  • A/Descrizione 
  • Numero documento
  • Data documento 
  • Riferimento 
  • Tipo 
  • Numero movimento 
  • Esercizio 
  • Matricola 
  • Matricola produttore 
  • Descrizione 

Ribbon Carrelli 

  • Ricerca matricola:  apre la maschera di ricerca matricole (vedi manuali Ricerca matricole)
  • Statistiche, apre le statistiche relative alla matricola corrente
  • Costi e ricavi, apre i costi/ricavi relativi alla matricola corrente 
  • QRCode chiamata rapida, lancia l'anteprima dell'etichetta predisposta per l'apertura della chiamata di questo carrello
  • Proprietario, apre l'anagrafica del cliente precompilata con i dati del proprietario del carrello
  • Utilizzatore, apre l'anagrafica del cliente, precompilata con i dati dell'utilizzatore del carrello
  • Ubicazione, apre la schermata della Diversi destinatari cliente, precompilata con i dati dell'ubicazione del carrello
  • Marca, apre la schermata "Marche", precompilata con la marca della relativa matricola
  • Modello, apre la schermata "Modello", precompilata con il modello della relativa matricola
  • Riepilogo documenti aperti, apre nella maschera il riepilogo dei documenti aperti
  • Crea offerta, apre la maschera di creazione Offerta, precompilandola con i dati prelevati dal Carrello 
  • Crea chiamata/commessa, apre la maschera di creazione Chiamata, precompilandola con i dati prelevati dal Carrello 
  • Apri chiamata, apre una nuova chiamata, con associato il carrello
  • Duplica, crea un nuovo carrello duplicandolo da quello corrente
  • Aggiorna, aggiorna i dati del carrello in caso di cambiamenti (esempio: chiamate in corso, movimentazione eccetera)